Liguria, dal 7 giugno 2017 restyling autorizzazioni ambientali

Sono in vigore dal 7 giugno 2017 le nuove disposizioni della Liguria in materia di autorizzazioni ambientali, mentre il restyling della disciplina sulla qualità dell'aria parte il 1° luglio 2017.

Così ha disposto la Lr 6 giugno 2017, n. 12 che ha riordinato le competenze in materia di autorizzazioni ambientali (già definite dalla Lr 18/1999) assegnando (o confermando) la competenza delle Province o Città metropolitana di Genova per Aia, autorizzazione scarichi, autorizzazione impianti rifiuti ex articoli 208, 211, 215 e 216, Dlgs 152/2006, autorizzazione emissioni in atmosfera e autorizzazione unica ambientale (Aua, Dpr 59/2013). Ai Comuni va la comunicazione "non superamento limiti rumore" ex articolo 8, legge 447/1995, la comunicazione preventiva su utilizzo agronomico effluenti di allevamento, l'autorizzazione scarichi acque reflue domestiche e le autorizzazioni generali alle emissioni ex articolo 272, Dlgs 152/2006. Il Comune gestisce anche l'Aua se essa riguarda le esclusive competenze comunali su rumore, effluenti allevamento autorizzazione generale emissioni.

Dal 1° luglio 2017 sono invece in vigore le disposizioni che riorganizzano la disciplina su valutazione e gestione della qualità dell'aria ambiente ai sensi del Dlgs 155/2010 mandando in soffitta la disciplina del 1999. La legge ridisegna le competenze di Regione, Province, Comuni e Arpa.


Commenti

Post più popolari

Pubblicata la direttiva 2014/68/UE sulle attrezzature a pressione

Seveso III, Ispra presenta due "app" per stabilimenti a rischio